Circolo del Remo e della Vela Italia
Lysistrata 2014

Lysistrata 2014

02.04.14

Domenica 4 Maggio si svolgerà la coppa Lysistrata, la più antica gara remiera d'Italia, la cui prima edizione risale al 1909.
Nell'area Download è disponibile il Bando di regata

Leggi tutto...
Resoconto  della scorsa stagione e consegna Coppe perpetue

Resoconto della scorsa stagione e consegna Coppe perpetue

14.01.14

Ieri, presso il Circolo del Remo e della Vela Italia, il resoconto della scorsa stagione e la consegna delle Coppe perpetue, hanno anticipato il tradizionale brindisi del Comitato Regionale Campania d...

Leggi tutto...
Canottaggio: tradizionale brindisi di inizio anno

Canottaggio: tradizionale brindisi di inizio anno

10.01.14

Al Circolo del Remo e della Vela Italia, il tradizionale brindisi del Comitato Regionale Campania della Federazione Canottaggio inaugurerà la nuova stagione sportiva. Dopo la relazione tecnico morale ...

Leggi tutto...
Audi Sailing Series

Audi Sailing Series

14.04.14

 

Solo due le prove disputate alle Melges 20 Audi tron Sailing Series, salta al Comando Monaco Racing Fleet, seguiti da Mascalzone Latino jr e dal napoletano Legionario. Tra i primi cinque ancora uno s...

Leggi tutto...
Tre Golfi

Tre Golfi

02.04.14

Manca poco più di un mese alla Sessantesima edizione della regata dei Tre Golfi. Nell'area Download è disponibile il Bando di regata e il modulo di iscrizione.  

Leggi tutto...

Classifiche Coppa Fritz Giannini

19.03.14

Si impongono ancora le giovani Izzo-Lanzillo, del Circolo del Remo e della Vela Italia, nella classifica valida ai fini del Campionato Zonale 420, alla Coppa Fritz Giannini organizzata dal Reale Yacht...

Leggi tutto...

Audi Sailing Series

E-mail Stampa PDF

 Premiazione M20 Napoli 2014

Solo due le prove disputate alle Melges 20 Audi tron Sailing Series, salta al Comando Monaco Racing Fleet, seguiti da Mascalzone Latino jr e dal napoletano Legionario. Tra i primi cinque ancora uno scafo partenopeo, Raffica.

 

Napoli- Ha tradito il vento di Napoli, consentendo di disputare solo due delle sei prove previste dal programma, dell’Act 1 delle Melges 20 Audi tron Sailing Series, che si è svolto nel golfo lo scorso fine settimana, organizzato da B.Planet Sport Events in collaborazione con il Comitato Grande Vela,

“Questa volta non ho scomodato San Gennaro come uso fare prima delle manifestazioni importanti, ritenendo che, essendo un evento internazionale, il Patrono non avrebbe capito la lingua” Così ha salutato ieri i regatanti, alla premiazione che si è svolta sul lungomare di via Caracciolo, Pippo Dalla Vecchia, Presidente del Comitato.

Sabato infatti non è stata premiata la lunga attesa dei 28 equipaggi in gara, che sono rientrati in banchina con un nulla di fatto, consolati solo dall’accoglienza del buffet.

Un leggero Grecale, piuttosto rafficato ed instabile, ha consentito di portare a termine le due regate con cui Monaco Racing Fleet, di Guido Miani, ha concluso in testa alla classifica la prima frazione del circuito nazionale. “Il Comitato di Regata ha fatto il possibile ma Eolo non ha aiutato!” ha commentato Gabriele Benussi, che a bordo detta la tattica. “Due prove molto tecniche che hanno richiesto un grande lavoro da parte dei timonieri e dei tattici, a causa dei grossi salti di direzione ed intensità del vento!” ha concluso.

Secondo a pari punti Mascalzone Latino jr, di Achille Onorato, alla tattica, il due volte campione olimpico, Malcom Page. Di bronzo il napoletano Legionario, di Giancarlo Capolino, Campione Europeo in carica.

“Il livello è più alto di quello che abbiamo lasciato all’Europeo, ci divertiremo di più” ha commentato Francesco Ivaldi, tattico di Legionario, comunque soddisfatto delle prove e del risultato ottenuto. A dargli ragione dell’alto livello della flotta, la classifica finale molto corta, in cui le prime 11 barche sono racchiuse in soli 10 punti.

Non bisogna scorrere troppo la classifica per incontrare un altro team partenopeo, quello di Raffica, di Pasquale Orofino, da poco approdato alla classe, che, grazie al suggerimento tattico di Branko Brcin, ha chiuso, con grande soddisfazione, al quinto posto, alimentando l’entusiasmo e la voglia di crescere nei prossimi appuntamenti.

Mentre i piccoli scafi del cantiere americano giunti da Italia, Stati Uniti, Russia, Principato di Monaco, lasciano la città focalizzati già al prossimo Act che si svolgerà a Porto Ercole, il Comitato Grande Vela, costituito dal Circolo del Remo e della Vela Italia, Reale Yacht Club Canottieri Savoia, Circolo Canottieri Napoli, Circolo Nautico Posillipo, Circolo Nautico di Torre del Greco Lega Navale di Napoli e Marina Militare, si preparano ad accogliere gli equipaggi dei Melges 32, che regateranno nel golfo dall’11 al 13 aprile.

“Quella appena conclusa è stata la prima esperienza dopo un anno di inattività del Comitato, nato per promuove i grandi eventi della vela nazionale ed interazionale, che altrimenti non potrebbero essere ospitati a Napoli”, ha commentato il Presidente Dalla Vecchia, che ha concluso così: “Un momento di rodaggio che è servito e servirà a coordinarci sempre meglio e superare le piccole disfunzioni interne che si sono verificate, non ravvisate dai regatanti che invece sono stati contenti dell’ospitalità ricevuta, al punto che uno degli armatori Russi, che sarà presente anche alle regate dedicate ai 32’, offrirà Venerdì sera, un cocktail a tutti i concorrenti, con l’intento di ricambiare la cordialità con cui si è sentito accolto.” 

Lysistrata 2014

E-mail Stampa PDF

Domenica 4 Maggio si svolgerà la coppa Lysistrata, la più antica gara remiera d'Italia, la cui prima edizione risale al 1909.
Nell'area Download è disponibile il Bando di regata

coppalys

Sessantesimo compleanno per la Tre Golfi

E-mail Stampa PDF

Napoli – Parte il 9 maggio la sessantesima edizione della Regata dei Tre Golfi organizzata dal Circolo del Remo e della Vela Italia, tra le più antiche del Mediterraneo, seconda solo alla Giraglia. Come sempre sostenuta da Ferrarelle e Banca Popolare di Ancona, è tra gli eventi mondano-sportivi per eccellenza della città, caratterizzata dalla spettacolare partenza a mezzanotte e da un percorso di rara bellezza.

La prima edizione fu vinta da Carlo de Zerbi a bordo di Miranda III, un 8 Metri SI in legno soprannominato o’cummò, il comò. Da allora è stato un crescendo: lungo le boe naturali di Ponza, Ventotene, Ischia, Capri, Positano si sono viste le barche e i velisti più affermati del mondo, a fianco di tanti nomi meno noti ma non per questo meno agguerriti. Da Patrizio Bertelli, patron di Prada e Luna Rossa, con il suo maxi Ulisse al My Song di Loro Piana, ad Alexia dell'imprenditore farmaceutico argentino Albert Roemmers; da Francesco de Angelis a Mauro Pelaschier, Lorenzo Bressani, Roberto Ferrarese, Paolo Semeraro ... perfino Giovanni Soldini si è voluto cimentare - seppur fuori classifica, con il trimarano Tim di 18 metri - terminando il percorso in tempo record.

Sono i fuochi d’artificio a richiamare gli yacht sulla linea di partenza, illuminata a giorno dalle fotoelettriche. In occasione del sessantennale, il percorso sarà quello della prima edizione del 1953, quando le barche da Napoli sono andate a Ponza, per poi costeggiare Capri e girare a largo di Positano, con arrivo davanti Castel dell’Ovo. Circa 150 miglia da percorrere alla conquista dei challege perpetui: la Coppa Senatore Matarazzo e la Vela d’oro, assegnati al primo classificato Overall Orc; la Coppa Mariano Verusio, al primo classificato Overall Irc, e la Coppa Gustavo d’Andrea al primo in tempo reale. Alla Tre Golfi seguiranno dal 16 al 18 maggio le regate sulle boe valide per il Campionato Nazionale del Tirreno, selezione al Campionato Italiano Assoluto d’Altura; da sottolineare il ritorno della classe X-41, che disputerà il Campionato Nazionale di Classe come già nel 2012. La classifica combinata delle regate sulle boe e della prova d’altura designerà i vincitori della Settimana dei Tre Golfi. Il Circolo del Remo e della Vela Italia, che accoglierà gli armatori e le loro imbarcazioni fin dal 5 maggio, mette a disposizione una barca dedicata a un equipaggio di giornalisti per provare “dal vivo” l’emozione di correre una Tre Golfi.